[ Giu 22, 20:24 ] Jack_Stark:
[ Giu 18, 10:44 ] pysahmk: si rockeggia o no??? che caldo
[ Giu 18, 10:44 ] pysahmk: uelàààà
Welcome Guest. Please Login or Register  

You are here: Index > Tutti i Forum della RockFaMily > RockFaMily > Topic : La caduta degli Dei


Threaded Mode | Tell a friend | Print  

 La caduta degli Dei, Scrittura collettiva - segnatevi sotto per continuare (14 Replies, Read 25978 times)
ticso
Group: Member
Post Group: Working Newbie
Posts: 77
Thanked: 51  times
Status:
Nel bel mezzo della via lattea, quella che se prosegui per altri due incroci diventa la via Jack Daniels, il Vinyl, una astronave dalla curiosa forma a disco di vinile, sta fronteggiando una grave avaria al propulsore a modulazione di frequenza. La velocità di rotazione di 33 giri minuto è irrimediabilmente compromessa.

Dopo una interminabile fuga dal suo pianeta natale, orribilmente devastato dall'invasione delle armate dell'imperatore Jerry Scott Centounesimo (discendente da una lunga dinastia di facce da schiaffi), l'equipaggio è finalmente ad un passo dall'atterraggio in un nuovo mondo.

Ma proprio quando la fine dell'odissea sembra ormai a portata di mano, il Vinyl del capitano Zeus Garavelly comincia a perdere potenza. I diciotto motori Marshall da 500W valvolari cominciano a fumare uno dopo l'altro a causa di un effetto chiamato "the Hendrix burn out", dal nome dello scienziato che lo produsse per primo, collegando una Stratocaster a un magazzino della Marshall.

Il capitano ordina l'atterraggio di fortuna in mezzo alla campagna rockmagnola. Nel buio della notte una lingua di fuoco solca i cieli. Un lampo di luce illumina tutto a giorno e poi il nulla. Dopo un impatto violentissimo, la nave si arena nei campi. Da un portello sul fianco i membri dell'equipaggio sbarcano circospetti e guardinghi.

Uno dopo l'altro sfilano il navigatore Ariel Bacchus, il primo pilota Poseidone Capperdon, il secondo pilota Ade Rossy, l'ingegnere di bordo Vulcano Fowleasy, l'addetta alle comunicazioni Claudia Aphrodith, il capo della sicurezza Marte Metius, il medico di bordo Mercurius Christador, il cartografo Chronus Threves, l'addetto alle relazioni con le altre specie Erox de Riu e il cuoco Freak Antiochius. Per ultimo, come richiede il codice di bordo, lascia la nave il capitano Zeus Garavelly, soffermandosi solo un attimo a osservare la carcassa, irrimediabilmente compromessa dopo diciotto anni di servizio.

Cosa ne sarà dell'equipaggio del Vinyl, bloccato su un pianeta sconosciuto, privato di una propria terra d'origine alla quale fare ritorno? Chi incontreranno sulla superficie inospitale? Con chi entreranno in contatto?


IP: --
  
  
The Following 8 Users Say Thank You to ticso For This Useful Post:
akrim (April 26, 2010, 11:17 pm), cezky (April 27, 2010, 9:07 pm), cicky76 (April 29, 2010, 10:05 pm), civa72 (April 27, 2010, 9:18 pm), elyrock (April 29, 2010, 10:20 pm), gdio (April 30, 2010, 10:05 pm), Kate (April 29, 2010, 10:33 pm), roCKberta (May 12, 2010, 1:48 pm)

La caduta degli Dei
Iljokerdeldatabase
Group: Member
Post Group: Super Member
Posts: 2719
Thanked: 466  times
Status:

Cuando abandones tu sueño sabras que has muerto
Amico mio (in grassetto perchè sei mio amico amico), con gli occhi lucidi di stanchezza, commozione e risate pro addominali, mi inchino dinanzi al genio, all'estro, alla illuminante coglioneria e , megalomaniacamente, intravedo preoccupanti schegge di jokerite ( che la jokerite nasca da un tuo embolo?)

Sei O-L-T-R-E!!!!!! (GIURO CHE IL TOPO è USCITO DA SOLO!!! MAGIA!!!!!)

-----------------------
Il Joker del database
Cuando abandones tu sueño sabras que has muerto
IP: --
  
  

La caduta degli Dei
cezky
Group: Member
Post Group: Super Member
Posts: 668
Thanked: 185  times
Status:
bella!
d'altronde che il ragazzo avesse del talento con la penna s'era già intuito, no...?
IP: --
  
  
The Following 1 Users Say Thank You to cezky For This Useful Post:
ticso (April 27, 2010, 9:54 pm)

La caduta degli Dei
civa72
Group: Member
Post Group: Super Member
Posts: 4963
Thanked: 970  times
Status:

Peace, Love and Rock'n'roll
bellissima Ticso !

adesso vogliamo la seconda puntata



-----------------------
Szeretem a Rock Family-t
IP: --
  
  
The Following 1 Users Say Thank You to civa72 For This Useful Post:
ticso (April 27, 2010, 9:54 pm)

La caduta degli Dei
Lorena
Group: Member
Post Group: Elite Member
Posts: 473
Thanked: 146  times
Status:

Patente n. 1392
Quote From : ticso April 26, 2010, 8:17 pm
Nel bel mezzo della via lattea, quella che se prosegui per altri due incroci diventa la via Jack Daniels, il Vinyl, una astronave dalla curiosa forma a disco di vinile, sta fronteggiando una grave avaria al propulsore a modulazione di frequenza. La velocità di rotazione di 33 giri minuto è irrimediabilmente compromessa.

Dopo una interminabile fuga dal suo pianeta natale, orribilmente devastato dall'invasione delle armate dell'imperatore Jerry Scott Centounesimo (discendente da una lunga dinastia di facce da schiaffi), l'equipaggio è finalmente ad un passo dall'atterraggio in un nuovo mondo.

Ma proprio quando la fine dell'odissea sembra ormai a portata di mano, il Vinyl del capitano Zeus Garavelly comincia a perdere potenza. I diciotto motori Marshall da 500W valvolari cominciano a fumare uno dopo l'altro a causa di un effetto chiamato "the Hendrix burn out", dal nome dello scienziato che lo produsse per primo, collegando una Stratocaster a un magazzino della Marshall.

Il capitano ordina l'atterraggio di fortuna in mezzo alla campagna rockmagnola. Nel buio della notte una lingua di fuoco solca i cieli. Un lampo di luce illumina tutto a giorno e poi il nulla. Dopo un impatto violentissimo, la nave si arena nei campi. Da un portello sul fianco i membri dell'equipaggio sbarcano circospetti e guardinghi.

Uno dopo l'altro sfilano il navigatore Ariel Bacchus, il primo pilota Poseidone Capperdon, il secondo pilota Ade Rossy, l'ingegnere di bordo Vulcano Fowleasy, l'addetta alle comunicazioni Claudia Aphrodith, il capo della sicurezza Marte Metius, il medico di bordo Mercurius Christador, il cartografo Chronus Threves, l'addetto alle relazioni con le altre specie Erox de Riu e il cuoco Freak Antiochius. Per ultimo, come richiede il codice di bordo, lascia la nave il capitano Zeus Garavelly, soffermandosi solo un attimo a osservare la carcassa, irrimediabilmente compromessa dopo diciotto anni di servizio.

Cosa ne sarà dell'equipaggio del Vinyl, bloccato su un pianeta sconosciuto, privato di una propria terra d'origine alla quale fare ritorno? Chi incontreranno sulla superficie inospitale? Con chi entreranno in contatto?




...qualcuno, non molto distante, sta osservando l'accaduto di nascosto, vede questa strana navicella ridotta molto male, dalla quale escono suoni a lui incomprensibili ma tremendamente coinvolgenti e accattivanti, vorrebbe avvicinarsi ma allo stesso tempo è timoroso di fronte a questi strani esseri così diversi da lui... in fin dei conti però non sembrano affatto pericolosi...

IP: --
  
  

La caduta degli Dei
francesca77
Group: Member
Post Group: Working Member
Posts: 194
Thanked: 24  times
Status:
sono troppo curiosa...voglio sapere come va a finire

-----------------------
IP: --
  
  

La caduta degli Dei
ALE68LEBAGNESE
Group: Member
Post Group: Super Member
Posts: 1798
Thanked: 324  times
Status:
GRANDE TIZZO!!!PERO' BISOGNA CHE TU PROSEGUA DA SOLO,IO CERTAMENTE NON SONO IN GRADO DI FARLO

-----------------------
CORNA AL CIELO E FOTTUTO ROCK AND ROLL

PATENTE DA VERO ROCKER N. 0629,CATTURATA IN QUEL DELLA FLOG A FIRENZE
IP: --
  
  

La caduta degli Dei
ticso
Group: Member
Post Group: Working Newbie
Posts: 77
Thanked: 51  times
Status:
- È inutile piangere sul bourbon versato, capitano.
- Hai ragione, Erox de Riu. Ora dobbiamo trovare un modo per rimetterci in viaggio.
- Ma come, capitano? - chiede Vulcano Fowleasy - I nostri motori Marshall a modulazione di frequenza sono esplosi come pop corn!
- E allora ne troveremo altri per sostituirli.
- Ne dubito capitano. - risponde il meccanico - Voglio dire: si guardi attorno. Questo pianeta sembra millenni indietro nella scala evolutiva rispetto a Rocksphere, il nostro amato pianeta che rockeggia e rolleggia fino all'alba.
- Questa cosa dello slogan obbligatorio dopo il nome del pianeta è una trovata davvero fastidiosa - commenta Chronos Threves.
- A me non dispiace invece - aggiunge Ariel Bacchus.
- Insomma! Discutere di marketing interstellare non ci aiuterà a rimettere assieme la nave! - tronca la conversazione Poseidone Capperdon. - A questo proposito vorrei citare l'inizio di un libro: "Lontano, nei dimenticati spazi non segnati nelle carte geografiche dell'estremo limite della Spirale Ovest della Galassia, c'è un piccolo e insignificante sole giallo. A orbitare intorno a esso, alla distanza di centoquarantanove milioni di chilometri, c'è un piccolo, trascurabilissimo pianeta azzurro–verde, le cui forme di vita, discendenti dalle scimmie, sono così incredibilmente primitive che credono ancora che gli orologi da polso digitali siano un'ottima invenzione." E questo era l'incipit de...
- Va bene, va bene! - tronca il capitano Garavelly - Vulcano Fowleasy: ho bisogno che tu recuperi motori a sufficienza per risollevare il Vinyl. Dobbiamo tornare lassù.
- Agli ordini capitano! Non mi darò pace finché non li avrò trovati. O finché questa erba non sarà diventata blu...
- Capitano, non crede sarebbe il caso di cercare di contattare le forme di vita locali? - chiede Erox de Riu. - Potremmo trovare aiuto, conforto, riparo, un letto in cui dormire, un letto caldo...
- Benissimo. De Riu e Marte Metius: andrete in ricongnizione. Perlustrate la campagna e riportate eventuali centri abitati o edifici isolati.
- Sissignore! - risponde Marte Metius, che si sente a suo agio vista l'abitudine ad andare in onda verso l'alba.
- Claudia - riprende il capitano - cerchiamo di stabilire se ci sono trasmissioni radio nei paraggi. Voglio sapere se un'altra nave di Rocksphere è in transito attorno a questo pianeta. Chronos, vecchio amico, cerca di capire dove siamo finiti, se le tue carte sono precise.
- E noialtri che facciamo? - chiede Ariel Bacchus
- Niente. E se possibile, fatelo senza ficcarvi nei guai.
- Ma come? Manda a zonzo De Riu e poi dice a noi di non ficcarci nei guai?
- Niente discussioni. Altrimenti vi faccio ripulire i microsolchi del Vinyl uno per uno.
- Sissignore! - rispondono come un sol uomo Ariel Bacchus e Ade Rossy.
- Non ve la prendete - fa il cuoco, Freak Antiochius. - Andiamo a giocare a Frigo e Rogna nella cucina da campo, mentre preparo uno spuntino.
- Bella idea Freak! È evidente che lei è intelligente. - risponde Ariel.

Dopo aver disperso gli uomini, il capitano si dedica alla registrazione del diario.
- Diario del capitano. Ci troviamo su un pianeta sconosciuto da ormai un'ora. Alcuni membri dell'equipaggio stanno cercando forme di vita. Il meccanico di bordo sta tentando di riparare i motori a modulazione di frequenza. Ci prepariamo a lunghi giorni di sopravvivenza difficoltosa. Spero di poter riportare l'equipaggio sano e salvo a Rocksphere, il nostro amato pianeta che rockeggia e rolleggia fino all'alba.

IP: --
  
  
The Following 6 Users Say Thank You to ticso For This Useful Post:
cezky (May 2, 2010, 2:51 pm), civa72 (April 30, 2010, 2:39 pm), elyrock (April 29, 2010, 10:20 pm), gdio (April 30, 2010, 10:09 pm), livia (April 30, 2010, 2:25 am), roCKberta (May 12, 2010, 1:48 pm)

La caduta degli Dei
-16-
Group: Member
Post Group: Super Member
Posts: 1557
Thanked: 379  times
Status:

“Voglio la mia vita,voglio essere solo me stesso e viver slegato dalla logica” Skruigners
ticso

Sarà sicuramente un caso che il nome del racconto sia lo stesso del neo festival di un altro topic...
IP: --
  
  

La caduta degli Dei
ticso
Group: Member
Post Group: Working Newbie
Posts: 77
Thanked: 51  times
Status:
Erox de Riu e Marte Metius si stanno avventurando nell'ignota campagna rockmagnola in cerca forme di vita con cui familyarizzare.
- Osserva Erox, c'è un edificio biplanare a ore sei.
- Un che cosa?
- Una struttura biplanare con diversi varchi luciferi su ogni fianco. Le probabilità che si tratti di un complesso per il sostentamento della vita sono altissime.
- Io non vedo niente Marte. C'è solo una casa a due piani e basta.
- Precisamente. Urge un'ispezione.
- Bene. Devo giusto andare al bagno.

I due rocknauti si avvicinano con circospezione al perimetro esterno.

- Sembra disabitato. È tutto buio - osserva Erox de Riu.
- Credo sia imputabile all'ora notturna. Devono essere tutti assopiti.
- Marte, ti ho mai chiesto dove hai studiato?
- Non credo.
- Bene. Io vado. Vedo se riesco anche a recuperare due tramezzini. Ho un po' fame.
- Ti copro. Attento. Potrebbero avere una forma di vita sussidiaria a protezione del territorio.
- Di sicuro non è la stessa scuola che ho fatto io.

Erox de Riu scivola nell'erba e si avvicina ulteriormente al recinto. La casa è ormai a portata di mano quando un quadrupede peloso scatta nella sua direzione producendo suoni cavernosi e aspri.

- Hanno un animale da guardia! Marteeeee!
- Ci penso io!

Marte Metius estrae la sua audiogun e fa fuoco! Il botolo peloso si arresta di colpo e cessa di abbaiare.

- Che gli hai sparato?
- Fammi vedere il bossolo. Era la quarta sinfonia di Zirbirok Zarbakinof.
- Ah, quella sì che è roba che ti stona. Quanto dura?
- I quattro atti interi sono due ore e sedici minuti.
- Bene possiamo procedere. Mister Bau Bau non ci darà fastidio per un pezzo.

Aggirato il peloso difensore dell'edificio, i due si fanno addosso alle finestre del piano terra.

- Deve essere la cucina. Sembra cibo quello sul tavolo. - dice De Riu, mentre il suo stomaco gracida.
- Proviamo a entrare.
- Forse questa finestra si apre con una semplice spintarella...
- Attento a non...

Un assordante rumore di vetri infranti accompagna l'apertura del serramento.

- ...romperla!
- Questa roba non è di qualità. Le finestre delle case sono molto più solide su Rocksphere, il pianeta che rockeggia e rolleggia fino all'alba.
- Non è che magari eviti l'insulso slogan galattocommerciale? Qui ci siamo solo noi due.
- Scusami. Forza dell'abitudine.
- Comunque non sembra che gli autoctoni si siano ridestati.
- Io entro.

Erox De Riu è in piedi nella cucina. Vaglia rapidamente i resti di una cena. Poi passa al frigorifero.

- Qui dentro c'è ogni ben di Zeus! Guarda qui Marte! Fagioli. Ciccioli. Ragù! Siamo salvi!
- Ti ricordo che la nostra missione è il contatto con forme di vita, non tornare satolli al Vinyl.
- Edday, che vuoi che uhm sia uno uhm spuntino nel cuore della gnam notte...
- Puoi evitare di interloquire con la bocca piena?
- Uhm, dovresti proprio assaggiarli, gnam gnam, sono ottimi questi faglioli, uhm
- Attento. Fermo! Ho sentito dei suoni...

Dalla scala nel corridoio arriva un rumore di passi. I due si dispongono in posa plastica, accovacciati al riparo del tavolo, sotto la finestra in caso si rendesse necessaria una fuga di emergenza. I secondi trascorrono lenti. Ad ogni passo la scala scricchiola in maniera sinistra. La saliva nella gola dei due si secca.

- Intravedo un piede, ora due!
- Porta calzature ricavate da un animale, ciascuna ha occhi e orecchie!
- Popolazione barbara!
- Stai all'occhio, Erox, potrebbe essere una forma di vita pericolosa!
- Credi sia armata?
- Mi sembra che impugni qualcosa. Sembra un lungo bastone con mille aculei in fondo. Deve essere un'arma per il corpo a corpo. Muoviamoci con circospezione.
- Bene! Ci siamo. Provo a stabilire un contatto. Tu rimani coperto.
- Ricevuto.

Erox de Riu si fa incontro alla forma di vita autoctona.

- Ehm, buonasera baby. Sono Erox de Riu, vengo dal pianeta Rocksphere che rocckeggia...

Ma non fa in tempo a terminare la presentazione formale che la forma di vita lancia il suo urlo guerresco!

- Ahhhhhhhhhhhhh! Chi s'et te? 'sa fasiv in t'la mi cà? Và fura prèma ch'a t'amaz cun la ramaza!
- Scappa Marte! Questa qui è pericolosaaaaa...

I due saltano fuori dalla finestra e giù a rotta di collo per i campi in direzione del Vinyl. La notte rockmagnola li avvolge e si richiude alle loro spalle.

La forma di vita autoctona si affaccia alla finestra e commenta:

- Vè 'sti sgrazié. E adès chi m'dà i bajòc d'la finestra?

Edited by ticso : May 2, 2010, 12:57 pm
IP: --
  
  
The Following 2 Users Say Thank You to ticso For This Useful Post:
civa72 (May 16, 2010, 3:13 pm), roCKberta (May 12, 2010, 1:49 pm)

La caduta degli Dei
ticso
Group: Member
Post Group: Working Newbie
Posts: 77
Thanked: 51  times
Status:
Quote From : -16- May 2, 2010, 11:05 am
ticso

Sarà sicuramente un caso che il nome del racconto sia lo stesso del neo festival di un altro topic...


Chiaramente è un puro e semplice caso. Non c'è proprio alcuna correlazione!

Grande 16! Dai segnati!
IP: --
  
  

La caduta degli Dei
cicky76
Group: Member
Post Group: Super Member
Posts: 518
Thanked: 202  times
Status:

ognuno è tanto infelice quanto crede di esserlo...
mmmmmhhhh.... sono atterrati nelle campagne romagnole...
dall'accento potrebbe essere il Sindaco o il Reverendo...

ne approfitto per uno slogan che si ode spesso al Rotterdam Pub di Godo:

PIU' TX0 IN ROCKMAGNAAAAAAA!!!!!!!!!!!
IP: --
  
  
The Following 2 Users Say Thank You to cicky76 For This Useful Post:
elyrock (May 4, 2010, 4:41 pm), roCKberta (May 12, 2010, 1:50 pm)

La caduta degli Dei
roCKberta
Group: Member
Post Group: Super Member
Posts: 572
Thanked: 163  times
Status:
s t o m o r e n d o
IP: --
  
  
The Following 1 Users Say Thank You to roCKberta For This Useful Post:
elyrock (August 25, 2010, 7:18 am)

La caduta degli Dei
Spitty81
Group: Member
Post Group: Working Member
Posts: 231
Thanked: 22  times
Status:

"I Wanna ROCK!!!"
CHE SPETTACOLO!!!
+ViR+

-----------------------
I Wanna ROCK!!! +ViR+
IP: --
  
  

La caduta degli Dei
Mik_alias_Schwarzy
Group: Member
Post Group: Newbie
Posts: 22
Thanked: 9  times
Status:

KEEP ON ROCKIN'!!
Che bel gruppone di bella gente!! <3 <3 <3

-----------------------
MIK
IP: --
  
  


Threaded Mode | Tell a friend | Print  



Jump To :


Users viewing this topic
1 guests, 0 users.


All times are GMT. The time now is July 18, 2019, 5:01 am.

Powered By AEF 1.0.6 © 2008 Electron Inc.Queries: 12  |  Page Created In:0.065

Quel gruppo di persone già noto col nome di Rockfm

MKPortal ©2003-2008 mkportal.it